previous arrow
next arrow
Shadow
Slider
itenfrdeptrues

Dall'Hotel La Mimosa è possibile spostarsi in zone vicine e visitare dei luoghi di interesse culturale, gastronomico, paesaggistico, tradizionale.

In questa sezione proporremo dei luoghi di interesse per il visitatore, che vorrà sfruttare al massimo la sua permanenza e scoprire emozionandosi dei luoghi meravigliosi, pieni di arte, cultura e bellezza.

Falerna - Castiglione Marittimo

04 Agosto 2019 Scritto da Itinerari 153
Vota questo articolo
(0 Voti)

Castiglione Marittimo. Il borgo medievale, a due passi dal mare.

1062. Anno in cui i Normanni dotarono Castiglione Marittimo di un castello. Qui comincia la storia di questo borgo che ancora oggi non abbandona il suo fascino medievale. Il castello, come sempre, dava vita a una serie di eventi che portavano contadini e pescatori fiduciosi a costruire attorno le loro modeste abitazioni e naturalmente la chiesa. La località assunse in poco tempo dimensioni da villaggio ed infine divenne città. Acquisì il nome di Castel Leone, in seguito divenuta Castiglione. 

1303. Fine dell’era normanna, durata quasi tre secoli. Il feudo passa nelle mani di una delle più importanti famiglie nobili italiane, i D'Aquino, proveniente appunto da Aquino (nell'attuale provincia di Frosinone). Il loro dominio durerà per secoli. Le sorti del borgo saranno sempre legate alla famiglia, dai momenti di splendore fino alla caduta. I D'Aquino fecero prosperare queste terre fin quando non furono colpite da devastanti terremoti. Nel XV secolo, la famiglia decise di trasferirsi nella vicina Nicastro, in quanto il castello era stato soggetto agli eventi tellurici, la popolazione fu colpita da epidemie e dalla nascita di un nuovo centro in posizione più favorevole, ovvero Falerna. Da lì in poi, Falerna guadagnò maggiore interesse politico, a discapito dell'antica Castiglione.

 

Ad oggi, Castiglione resiste ancora con parti delle mura che la circondavano, una torre campanaria e un suggestivo arco a tutto sesto d’ingresso. Il centro storico presenta ancora uno stile sicuramente medievale.

Il Belvedere di Terra Chiusa è sicuramente un luogo da visitare. Da lì,sembra di dominare il mondo con la sua vista sul mare, che offre, condizioni metereologiche permettendo, la vista delle isole Eolie e, se si ha fortuna, anche dell'Etna.

La chiesa di Sant’Antonio Abate è sicuramente un altro luogo di grandissimo interesse. Inoltre, se si vuole toccare con mano le tradizioni millenarie di questo territorio, non si può assolutamente perdere i festeggiamenti in onore di San Foca. La prima domenica di agosto ogni anno, appuntamento imperdibile con vari artisti locali e nazionali e con il tradizionale ballo della “Paschera”. 

Scopri Castiglione Marittimo, a meno di 20 minuti dall’Hotel La Mimosa!

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

itafsqarhyazeubebgcazh-CNzh-TWhrcsdanlenettlfifrglkadeelhtiwhihuisidgajakolvltmkmsmtnofaplptrorusrskslesswsvthtrukurvicyyi